Lettera a mio figlio, Lettera a mia figlia

Care amiche, cari amici,
Come ormai saprete, stiamo creando insieme a voi dei libri “corali”, scritti da tutti noi, che raccontano come abbiamo vissuto le nostre vite durante la quarantena, oppure le parole che avremmo voluto dire.

Cosa c’è però di più importante della famiglia? Nel bene o nel male, la famiglia, il nido, il nostro punto d’origine, condiziona le nostre vite, le rende belle o brutte.

Fu così che nacquero i volumi dedicati ai nostri genitori: «Era mio padre» e poi «Era mia madre».

Ora ci sembrava quasi doveroso raccogliere le “lettere” per i nostri figli: quante cose vorreste dire loro ma non avete il coraggio, oppure non è il momento giusto!
Oppure quante parole vi esplodono nel cuore e non potete più contenerle e gliele volete dire? ❤️

Vogliamo adesso pubblicare due libri: «Lettera a mio figlio» e «Lettera a mia figlia».

Potete parlare a lui o a lei nel modo che preferite. Potete inviarci una poesia, una fotografia, un disegno, un ritratto, un dipinto realizzato da voi, o persino un fumetto su di lui o lei.

Non importa se scriviate bene o male, se disegniate bene o male. A noi importa il contenuto umano di quello che andrete a scrivere. Saremo costretti a fare una selezione perché riceveremo migliaia di testi e immagini, ma la selezione non sarà operata in base alla qualità.
Sarà operata in base al contenuto, a quello che ci comunica. Un modo sicuro per essere esclusi è andare fuori tema, per esempio.

La partecipazione è ovviamente gratuita. Ecco i parametri:
– se si tratta di un testo, può essere narrativa o poesia. Se è narrativa, deve avere tra le 50 e le 500 parole. Se è una poesia, massimo 30 versi.
Mandatelo in Microsoft Word, o pdf, o .pages, o .txt, o .rtf;

– se si tratta di una illustrazione o di una foto, mandatela in bianco e nero (scala di grigi). Non mandateci file che pesino più di 5 mega.
Va bene in jpg, pdf, tiff o png. NB: il volume sarà pubblicato in bianco e nero;

– se si tratta di un fumetto (o vignette), fate che sia massimo di due pagine.
Per l’invio, non mandateci file che pesino più di 8 mega in tutto. Va bene in jpg, pdf, tiff o png.

Gli elaborati vanno inviati entro e non oltre il 31 luglio 2022.



    Dopo aver compilato il form, controlla subito la tua posta elettronica perché riceverai subito una email di verifica che ti chiederà di confermare il tuo indirizzo. Ci vorrà soltanto un secondo.




    Iscriviti alla nostra newsletter


    Il libro sarà disponibile online entro fine Settembre 2022 e fisicamente in tutte le librerie d’Italia e sui principali portali web entro fine ottobre 2022.
    Tutti gli autori riceveranno in omaggio il pdf del volume.

    Vi aspettiamo!!!

    Da un’idea di Nicola Pesce Himself.

    PS: domande frequenti:

    Certo che sì, puoi. L’importante è che i diritti dell’opera siano tuoi.

    Sì,purché sia un dialetto/vernacolo presente nel nostro territorio nazionale.

    Sì, in questo caso l’autorizzazione deve provenire da un genitore o da chi ne eserciti la potestà genitoriale.